slide-autunno
Almareniart seleziona per te artisti talentuosi da tutto il mondo
slide01
Almareniart seleziona per te artisti talentuosi da tutto il mondo
slide-abbraccio-materno
Almareniart seleziona per te artisti talentuosi da tutto il mondo
previous arrow
next arrow

Chi siamo | Almareni Art

Almareni Art Gallery nasce dalla passione per l’arte del fondatore, Marco Cocciola, e aspira a diventare un riferimento per il mercato dell’arte moderna e contemporanea.
La galleria ha un corpus composto da tante opere selezionate che rappresentano e interpretano la creatività e la sensibilità di artisti affermati ed emergenti, viventi e non, espressioni di un’arte colta e impegnata che tiene conto del pluralismo dei linguaggi e delle innovazioni tecniche che
caratterizzano la contemporaneità. Tutte le opere, accuratamente selezionate, sono un invito alla bellezza, alla scoperta di un’arte che vuole parlare del mondo ideale, dell’uomo, delle sue visioni e inquietudini; gli artisti rappresentati sono diversi per stile, formazione e tecniche utilizzate, ma sono uniti da un sincero moto di ricerca sulla vita e sulla sua bellezza, sul tempo e sulla natura, e sono tutti impegnati nella ricerca di un’arte che vivifica chi la realizza e chi ne fruisce. 
La mission dell’azienda è semplice: permettere agli appassionati d’arte di conoscere il talento degli artisti selezionati e acquistarne le opere in sicurezza.
Almareni Art Gallery è a Palermo, in via F.sco Lo Jacono, 13, c/o l’omonimo spazio espositivo Almareni, e qui si possono ammirare anche opere che rappresentano uno spaccato del fare arte dal ‘600 ai giorni nostri.

“È l’interazione con il pubblico che fa l’opera d’arte. Senza quella l’artista non conta, l’opera d’arte scomparirebbe in una soffitta e non esisterebbe davvero. L’opera d’arte è sempre basata su due poli, il pubblico e l’artista, e la scintilla che scocca da questa azione bipolare dà vita a qualcosa, come l’elettricità.
L’artista non è tale perché produce l’opera d’arte, ma lo è se chi guarda lo riconosce come tale. Chi guarda ha l’ultima parola.” (Marcel Duchamp)